Spiagge di Paros

Spiagge di Paros

Paros è circondata da un mare da sogno e da una distesa di soffice sabbia dorata.
I local riferiscono che sono ben 167 le spiagge in tutta l’isola, per cui questo post non vuole (e non può) essere un elenco dettagliato di tutte le spiagge dell’isola, come fosse un “almanacco”: potrete scoprire voi stessi, girovagando tra sterrati e stradine di campagna, scorci sempre nuovi da togliere assoluta credibilità ad ogni “lista”.
La mia è, piuttosto, una descrizione degli angoli che ho maggiormente apprezzato, di quei posticini in cui oltre al tuffo in mare ho sperimentato anche quello al cuore.
E, per maggiori info, vi invito a scaricare la guida completa all’isola (e alle sue spiagge) al seguente link: Guida di Paros


EST

Uno degli angoli di mare più belli è rappresentato, a mio avviso, dalla piccola caletta di Mikri Santa Maria, (piccola Santa Maria), che -come dice il nome- risulta essere piccola, a forma di mezza luna e attrezzata con lettini e ombrelloni.

UNADJUSTEDNONRAW_thumb_a9da-1
Mikri Santa Maria

A precedere l’accesso alla piccola spiaggia di Mikri Santa Maria, troviamo la più famosa (e frequentemente menzionata dalle guide turistiche) Santa Maria.
La spiaggia è molto grande: una parte è attrezzata di beach bar e campi da volley, un’altra parte è -invece- completamente libera.
Il mare è tra i più belli dell’isola: limpido, cristallino e pulitissimo.

 

Ancora prima delle spiagge di Mikri Santa e Santa Maria, si trova un’oasi di tranquillità privilegiata -soprattutto- dagli amanti del naturismo, ma potrete frequentarla ugualmente anche qualora vogliate tenere addosso il vostro costume: non ci sono, infatti, cartelli che individuino Lageri come spiaggia esclusivamente per nudisti.
Inoltre, l’estensione della spiaggia é parecchio ampia, dando a chiunque l’opportunità di trovare un angolino per isolarsi nella sua tranquillità.
Nei giorni di Meltemi, però, potreste trovare il mare leggermente mosso.
Nella guida, troverete indicata la strada per raggiungerla!

 

Procedendo verso sud, in prossimità del villaggio di Ambelas, troverete una piccola spiaggia non attrezzata, e raggiungibile a piedi attraverso una piccola discesa. I local la chiamano Aspros Gremos.
Testata in una giornata di Meltemi, risulta abbastanza riparata a causa della sua forma, quindi una valida opzione nel caso in cui soggiorniate al nord dell’isola, e non vogliate spostarvi troppo anche quando il vento soffia forte.
Da non trascurare la possibilità di una pausa pranzo al vicino To Thalami, con gli splendidi tavolini vista Naxos e una cucina tipicamente locale.
Splendida la strada litoranea (non asfaltata) che, dalla spiaggia, continua verso nord, lasciandosi l’isolotto di Filidi alla propria destra. Percorretela al tramonto, e ve ne innamorerete.

 

Proseguendo ancora più a sud, vi imbatterete nelle spiagge di Glyfades e Tsoukalia, fino a raggiungere la “famosa” Molos.
Nonostante sia una delle spiagge più frequentemente menzionate dalle guide turistiche, non è un mistero che a me Molos non piaccia particolarmente.
Si tratta di un’enorme distesa di sabbia totalmente non attrezzata, collocata allo stesso livello della strada, e spesso piena di alghe a causa delle mareggiate.
La vera sorpresa di Molos, onestamente, sta in una taverna deliziosa posta esattamente alle sue spalle. Volete scoprirla anche voi? Troverete tutte le info per raggiungerla nella guida!

 

A Kalogeros, potrete prendervi cura del vostro corpo con veri e propri bagni di argilla naturale. A Logaras, invece, troverete refrigerio all’ombra dei tanti alberi ai bordi della spiaggia, e potrete godere di un mare quasi sempre piatto, anche in condizioni di forte Meltemi.

 

A “chiudere” la rassegna di spiagge della parte orientale dell’isola, la famosa Golden Beach (molto grande, per metà attrezzata e circondata da bar), preceduta dall’altrettanto attrezzata ma meno affollata (per così dire) Tserdakia. Generalmente sconsigliate in caso di Meltemi.

 


SUD

La parte a sud dell’isola procede lentamente tra campagne e strade in terra battuta: è così che si presenta ai vostri occhi il tratto di costa a sud dell’isola, compreso tra il villaggio di Dryos e la spiaggia di Voutakos, che vi offrirà quasi sempre refrigerio nei giorni in cui il Meltemi (il vento che soffia da nord) vorrà prendersi gioco di voi.
Nel suo mix di sabbia e sassolini, e la splendida vista su Antiparos, Voutakos è capace di regalarvi momenti di solitudine e tranquillità, anche quando le altre spiagge più “blasonate” vengono invase dalla folla dei mesi estivi.
Totalmente non attrezzata, a farvi compagnia troverete qualche albero ai bordi della spiaggia, che vi regalerà anche sollievo e frescura.

 

Makria Miti è un’altra piccola perla del sud dell’isola: una spiaggia di sassolini che affaccia esattamente di fronte all’isolotto di Pateronissia, e gode di un mare limpido e cristallino, oltre che di uno scarso traffico di turisti perché, anch’essa, non menzionata in guide “ufficiali” sull’isola. Nelle giornate di forte Meltemi, saprà accogliere chi cerca rifugio dal vento senza, però, rinunciare all’abbraccio del mare.

 

Appena prima di entrate nel villaggio di Alyki, troverete una bella spiaggia non attrezzata.

img_9484-1
Alyki

A ridosso del paese, un’altra spiaggetta poco più piccola e attrezzata vi darà refrigerio dopo una pausa in una delle miriadi di taverne del porto. Proseguendo oltre, vi imbatterete nella spiaggia di Faragas. In realtà, la spiaggia stessa è occupata per intero da un beach bar. Ma basta spostarsi leggermente più in là, per trovare una caletta deliziosa e riparata.

UNADJUSTEDNONRAW_thumb_b498-1
Faragas

Procedendo ancora oltre (in direzione Aspro Chorio), troverete le due spiaggette di Trypiti (piccola e molto tranquilla) e Glyfa (leggermente più grande, e ideale per usufruire dell’ombra regalata dai tanti alberi posti a ridosso della spiaggia stessa). Entrambe sembrano frequentate soprattutto da gente del posto.

 

Prima di giungere a Dryos, troverete la piccola spiaggetta di Lolantonis, con qualche bar, caffè e taverna alle spalle.


OVEST

Poco più a sud di Parikia, proprio appena fuori dalla città, si trova la spiaggia di Agia Irini, una minuscola insenatura a ridosso di un camping, completamente bordata di palme sotto le quali potrete trovare rifugio dal sole cocente.

ecnFn4vrS1ilvRetSIkRvw_thumb_aa23-1.jpg
Agia Irini

A Parikia stessa, la spiaggia di Livadia sarà quella che vi consentirà un tuffo senza la necessità di prendere un mezzo di locomozione. Molto affollata, si estende per un pezzo abbastanza lungo, affiancata da locali e ristoranti di ogni genere.
Le spiagge più belle, però, le potrete trovare leggermente più a nord/ovest, seguendo le indicazioni per Krios, Martselo e Agios Fokas.  In giorni di Maltemi, troverete riparo dal vento anche in questo angolo dell’isola.
Agios Fokas ospita la meravigliosa Chiesa omonima, e gode di una splendida veduta sul golfo di Parikia. Ma è sulla strada battuta che collega Martselo a Agios Fokas, che troverete la vera sorpresa: la splendida e minuscola spiaggia di Kaminia, quasi del tutto isolata e dotata di mare caraibico.

 

Rientrando verso Naoussa, appena fuori dal centro storico, troverete la spiaggia di Piperi. Valida nel caso in cui soggiorniate a Naoussa e non vogliate noleggiare un mezzo per tutta la durata della vacanza.
Allungandovi verso il corno a ovest dell’isola, vi imbatterete nuovamente in una serie di spiagge splendide e incontaminate, anche se -a causa della loro bellezza- abbastanza affollate. È il caso della famosa spiaggia di Kolymbithres, con le sue formazioni rocciose. Per usufruire di ombrelloni e lettini in omaggio, non vi resta che sostare in una delle taverne intorno alla zona, Scoprite quale, scaricando la guida!

 

Superando un vecchio cantiere nautico, scorgerete di fronte a voi la splendida Chiesa di Agios Ioannis Detis. Alle sue spalle, si apre la spiaggia di Monastiri, attrezzata -oltre che di bar, lettini e ombrelloni- anche di un’arena che, nel corso dell’estate, ospita spettacoli e proiezioni di film all’aperto. Molto riparata in condizioni di forte Meltemi, vi offre anche la possibilità di affrontare una serie di percorsi a piedi, immersi nella vegetazione di un parco naturale.
Da qui, potrete raggiungere il faro di Cape Korakas, o altre deliziose calette completamente isolate, tra cui spicca la splendida spiaggia di Tourkou Ammos.
Nella guida troverete le info sui sentieri per raggiungere gli splendidi luoghi delle foto sotto.

 

Infine… avete pensato ad una gita in barca per raggiungere gli angoli più remoti di Paros e della vicina Antiparos? Vi allego qualche foto per alimentare la vostra curiosità

 

Il mare delle foto non è quello maldiviano, ma appartiene all’isolotto di Pateronissia, collocato esattamente a metà tra Paros e Antiparos, e raggiungibile in barca attraverso una serie di escursioni organizzate.
Volete scoprire di più? Sulla guida troverete tutte le info per organizzare al meglio la vostra escursione in giro per cave, mare turchese, chiese abbarbicate sugli scogli e siti archeologici disabitati.
Adesso non vi resta che andare in giro ad esplorare scorci sempre nuovi di questa splendida isola, per aggiornare insieme a me un elenco che -come avrete avuto modo di intuire- non potrà mai essere totalmente completo!
Buona scoperta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: